Nei giorni 25 e 26 febbraio si è svolta, a Sanfront, una esercitazione di protezione civile denominata “alveo pulito Sanfront – interventi di prevenzione sul Fiume Po e sul torrente Croesio”. 

Questa è la prima delle 12 esercitazioni organizzate dai Comuni con il contributo erogato dalla Regione Piemonte per attività di Protezione civile effettuate dagli Enti Locali.

L’attività a Sanfront è stata organizzata dall’Unione Montana dei Comuni del Monviso, dal Comune di Sanfront, in collaborazione con la Regione Piemonte ed il Corpo Volontari Antincendi Boschivi del Piemonte. In questa occasione è stata anche testata la collaborazione con la Federazione Interregionale dei Dottori Agronomi e Forestali, a seguito della convenzione stipulata tra la Federazione stessa e la Regione.

Sono stati realizzati 5 cantieri dei quali 4 nel Fiume Po (in corrispondenza di tutti i ponti su tale corso d’acqua) ed uno sul torrente Croesio in località Periu. L'esercitazione oltre al finanziamento dalla Regione Piemonte ha avuto un contributo integrativo dall’Unione Montana. Le operazioni di pulizia sono consistite essenzialmente nel taglio di essenze arboree (alberi di piccolo fusto) ed arbustive cresciute in modo spontaneo all’interno dell’alveo del Fiume Po, all'interno del territorio dell’Unione Montana dei Comuni del Monviso ed in particolare nel Comune di Sanfront.  Tale taglio selettivo della vegetazione interessata dagli eventi di piena ricorrenti nei tratti fluviali in corrispondenza di opere e/o manufatti in alveo o di attraversamenti, contribuirà ad evitare la formazione di ulteriori sezioni critiche. L’organizzazione logistica dei cantieri, dei mezzi e delle attrezzature ritenute necessarie, è stata curata dall’area di base n° 5 dell’AIB che funge da “Protezione Civile” in virtù di un’apposita convenzione in atto con l’Unione Montana. A tale operazione, coordinata dal Comune interessato parteciperanno circa 200 volontari suddivisi nelle due giornate d’intervento.