Sono stati circa 800 i partecipanti ad Arona al 10° raduno del Corpo volontari antincendi boschivi. Per tutto il weekend del 5 e 6 maggio Largo Alpini ha ospitato il Villaggio AIB, con l’esposizione di mezzi e attrezzature e dove alcuni volontari mostrano cosa vuol dire combattere periodicamente con il fuoco, con le emergenze di Protezione civile, con le alluvioni, ma anche cosa bisogna fare per diventare dei volontari professionali come loro. Il clou dell’evento è stato domenica mattina, con la sfilata dei volontari.

Schierati per provincia e gruppo locale, preceduti e seguiti dalla banda, hanno attraversato le vie della cittadina e raggiunto piazza San Graziano per l'esecuzione dell'inno nazionale e del Silenzio e la celebrazione della Santa Messa. Al termine, dal palco allestito nella stessa piazza le autorità hanno portato il loro saluto agli intervenuti.

 

Oltre a ringraziare gli AIB per il loro impegno e la loro abnegazione, tutti hanno sottolineato come il Corpo piemontese sia un orgoglio nazionale La giornata di sabato è stata dedicata a workshop di aggiornamento, dove si è parlato di bagnanti, ritardanti e additivi utili per la lotta attiva agli incendi boschivi.

E' stata allestita anche una mostra che ha come tema gli incendi boschivi. Il raduno è stato l’occasione per far conoscere meglio il quotidiano impegno di un Corpo che conta oltre 5000 iscritti, di cui oltre 3000 operativi suddivisi in oltre 240 squadre, presenti capillarmente su tutto il territorio, addestrati accuratamente e dotati dei necessari dispositivi di protezione individuale.