Puoi seguirci su Twitter@procivpiemonte

Abbiamo aperto questo canale di comunicazione per condividere informazioni utili ai cittadini e per raccogliere dal territorio informazioni utili all'intervento.

Social Media Policy

I nostri canali social rappresentano strumenti per instaurare una relazione più diretta con i cittadini e migliorare la comunicazione sul territorio per accrescere la consapevolezza degli utenti sui temi di protezione civile. In caso di emergenza i canali sono utilizzati per la diffusione di informazioni e dati verificati provenienti da fonti attendibili e scientifiche, sia interne che esterne all’ente.

La comunicazione via social si aggiunge alle informazioni pubblicate nella sezione web dedicata alla Protezione civile nel sito ufficiale di Regione Piemonte alla pagina  http://www.regione.piemonte.it/protezionecivile/.

I canali social sono curati dal Settore Stampa e Nuovi media in collaborazione con il  Settore Protezione Civile e Antincendi Boschivi. L’aggiornamento delle informazioni seguirà l’orario diattività del Settore Protezionecivile e Antincendi boschivi.

I canali social non possono essere utilizzati per inviare o rispondere a richieste di soccorso.  Le segnalazioni e le richieste di soccorso devono essere indirizzate al 112,   numero telefonico unico europeo di emergenza adottato dalla Regione Piemonte.

Durante le situazione critiche e le emergenze i moderatori stabiliscono la priorità nella pubblicazione dicontenuti certificati.

Moderazione

Saranno moderati, cancellati e/o segnalati gli interventi:

  • con contenuti offensivi, ingannevoli, allarmistici.
  • con contenuti irrispettosi, polemici, soprattutto se reiterati, e quelli scritti per disturbare o offendere i partecipanti o l’amministrazione
  • di promozione o sostegno di attività illegali
  • con contenuti offensivi o scurrili, insulti o atteggiamenti che ledono la dignità personale, i diritti delle minoranze e dei minori
  • che recano offese a gruppi etnici, politici o religiosi
  • di diffamazione o minaccia, anche attraverso la semplice condivisione del contenuto offensivo
  • di diffusione non autorizzata di dati personali e sensibili di terzi
  • lo spam o l’inserimento di link a siti esterni
  • che contengono violazioni del diritto d’autore e l’utilizzo non autorizzato di marchi registrati che pubblicizzano attività commerciali
  • che contengono dati personali o sensibili
  • che contengono violazioni di legge

Le conversazioni private che avvengono attraverso e-mail e messaggi possono essere pubblicate esclusivamente con il consenso della redazione e del funzionario interessato. Nel caso di mancata rimozione, si procederà alla denuncia per trattamento illecito di dati.